Le mostre

Mondi impossibili, ricreati da uno sguardo trasfigurante e amorevole: luoghi familiari o distanti, la rinnovata scoperta di architetture frequentate quotidianamente e le sorprese riservate dalle mete di viaggio.

L’occhio di Giancarlo Cazzaniga - che per scattare e rielaborare le immagini ha usato solo il più semplice e democratico degli strumenti, il cellulare - trascurando l’ovvio, si è lasciato sedurre da dettagli solo apparentemente minori e da prospettive inconsuete, che hanno il potere di disvelare realtà inaspettate.

Mediante audaci trattamenti cromatici, i paesaggi si colorano letteralmente di nuove identità, che ci raccontano la gioia di vivere, la fanciullesca curiosità e anche l’ironia del fotografo.

Ilaria M. P. Barzaghi


2017

Fototecnica Marchesi, Via Manzoni, Monza - 1 Luglio / 31 Agosto 2017

Dal 1 LUGLIO e per tutto il mese presso il centro grafico Marchesi in via Manzoni a Monza, l'Associazione Restart in collaborazione con il progetto InScatola ospita in una mini mostra 9 elaborazioni fotografiche di Giancarlo Cazzaniga .
Mondi impossibili, ricreati da uno sguardo trasfigurante e amorevole: luoghi familiari o distanti, la rinnovata scoperta di architetture frequentate quotidianamente e le sorprese riservate dalle mete di viaggio.
L’occhio di Giancarlo Cazzaniga - che per scattare e rielaborare le immagini ha usato solo il più semplice e democratico degli strumenti, il cellulare - trascurando l’ovvio, si è lasciato sedurre da dettagli solo apparentemente minori e da prospettive inconsuete, che hanno il potere di disvelare realtà inaspettate.

Mediante audaci trattamenti cromatici, i paesaggi si colorano letteralmente di nuove identità, che ci raccontano la gioia di vivere, la fanciullesca curiosità e anche l’ironia del fotografo.
Una completa panoramica potrete scoprirla su: www.mondimpossibili.it


2014

Sede CAM, Viale Elvezia, Monza - 4 Novembre 2013 / 4 Gennaio 2014    



2012

Biblioteca San Gerardo, Monza - 26 Novembre / 15 Dicembre 2012  


Video dell'inaugurazione.



Allestimento della mostra

Sostengono i mondi (im)possibili